Filoncini al latte

Adoro fare il pane fatto in casa, mi rilassa impastare e il profumo che l’impasto in cottura emana. E poi…la soddisfazione quando viene proprio come tu te lo eri immaginato?! Questi filoncini li ho sperimentati perchè ho un catering da organizzare e mi servono dei paninetti al latte, io li ho fatti a forma di filoncini, ma si possono tranquillamente fare tondi, li ho anche replicati facendo una pagnotta unica nella forma da plumcake…buonissimo. Credetemi…sono morbidissimi!

Ingredienti per 14 panini:

  • Farina tipo 1 o 0 500g
  • Latte intero 300ml
  • lievito fresco 10g
  • burro morbido 35g
  • Miele 1 cucchiaino
  • sale 10g

Nella planetaria mettere la farina con il miele

A parte sciogliere il lievito nel latte tiepido.

Aggiungere il composto di lievito e latte alla farina e impastare bene per 4/5 minuti.

Aggiungere il burro morbido e il sale e continuare ad impastare finchè il composto non diventa bello liscio ed omogeneo.

Mettere l’impasto sul piano di lavoro e lavorarlo con le mani ripiegandolo su se stesso per tre o quattro volte.

Mettere a lievitare coperto per 3 ore.

Creare un filoncino e porzionarlo in tanti pezzetti di 60/70g l’uno. Stendere una pallina alla volta col matterelle, arrotolarla e disporla sulla placca foderata del forno.

Coprire con la pellicola trasparente e uno strofinaccio e lasciar lievitare ancora 40 minuti.

Spennellare con il latte e cuocere in forno statico preriscaldato a 200° per 15/20 minuti.

Una volta cotti ancora caldi spennellare nuovamente col latte per rendeli lucidi e metterli a raffreddare su una gratella.

Bagels

I Bagels li ho mangiati veramente quando sono andata a New York, ricordo che vicino a Central Park c’era un piccolo locale che faceva angolo specializzato in Bagel, ce n’erano per tutti i gusti!Ne abbiamo acquistati due (erano enormi!!) e ce li siamo gustati proprio a Central Park! Naturalmente quando sono tornata a casa ho voluto provare a rifarli e la curiosità dei Bagels è che hanno una doppia cottura, prima in acqua e bicarbonato e poi in forno.

Da allora ogni tanto li propongo come pranzo o cena alternativa ma sono perfetti anche per un pranzo al sacco o un pic nic o perchè no anche un buffet freddo.

Ingredienti per circa 10 Bagels:

  • Farina 540g
  • Acqua tiepida 340ml
  • Miele 1 cucchiaio
  • Sale 12 g
  • Lievito secco 7g

Ingredienti per l’acqua:

  • Acqua 3- 5l
  • Bicarbonato 1 cucchiaino
  • Miele 30 g (1 cucchiaio)

Per la copertura:

  • Semi di sesamo o papavero
  • Uovo o acqua

Nella ciotola della planetaria mettere la farina col lievito e il miele. Aggiungere l’acqua ed impastare per 3-4 minuti, aggiungere il sale e continuare ad impastare per circa altri 7 minuti.

Mettere in una ciotola ben coperto e lontano da spifferi a lievitare per 2 ore.

Riprendere l’impasto dividerlo in 10 panetti piu’ o meno uguali, lavorali per dagli la formadi un panino, poi aiutandosi col manico di un mestolo o anche solo con le dita, praticare un foro al centro e allargarlo leggermente.

Mettere l’acqua a bollire, aggiungere il mieie e il bicarbonato. Tuffare nell’acqua 1 o 2 Bagels alla volta cuocendoli un minuto per parte.

Scolarli con l’aiuto di una ramaiola e porli su una teglia da forno.

Spennellare i Bagles con acqua o con un uovo sbattuo e premerli solo dal lato spennellato nei semini di papavero o di sesamo.

Cuocere in forno statico preriscaldato a 180° per 20-25 minuti.

Noi li abbiamo mangiati con Trota salmonata affumicata accompagnata da una salsa di avocado e ricotta, o con prosciutto cotto e crema di ricotta ed erba cipollina.

Focaccia arrotolata super soffice

Questa ricetta l’ho vista sui vari social e lì per lì ammetto non mi aveva convinta molto…poi visto che sono una curiosona e adoro veder qualcosa lievitare, appena ho avuto un attimo di tempo ho provato a rifarla, usando il lievito fresco e la farina tipo 0 e tipo1. Non ci credevo nemmeno io, ma è davvero sofficissima!!La mia famiglia se l’è sbaffata in un batter d’occhio!

Ingredienti per una teglia da 24 cm:

  • Farina 500g (metà 0 e metà tipo1)
  • Lievito fresco 15g (se secco 7g)
  • Latte tiepido 100ml
  • Acqua a temperatura ambiente 250ml
  • sale 2 cucchiaini
  • olio d’oliva 2 cucchiai

Nella planetaria unire le due farine.

Nel latte tiepido sciogliere il lievito e aggiungerlo alle farine.

Cominciare ad impastare col gancio e aggiungere man mano l’acqua. Lasciar impastare per qualche minuto, aggiungere il sale e successivamente l’olio.

Quando l’impasto è bello elastico sul piano di lavoro leggermente infarinato rincalzarlo con le mani e metterlo a lievitare circa 3 ore in un luogo tiepido.

Riprendere l’impasto e dividerlo in cinque pezzi piu’ o meno uguali.

Lavorare il primo formando un cordoncino e arrotorarlo per formare una girella. Disporre la girella al centro della pirofila tonda unta con un po’ d’olio. Continuare con gli altri pezzi a formare i cordoncini e avvolgerli uno alla volta tutti attorno alla girella come per formare un’enorme chiocciola.

Spennellare la chiocciola con un po’ d’olio e lasciar livitare per mezz’ora.

Farcire la chioccola alternando pezzetti di pomodorini e rondelle di olive nere (o verdi a piacere) lungo tutta la fessura che c’è tra i diversi cordoncini.

Cuocere in forno caldo ventilato a 180° per 35 minuti.

Girelle alle zucchine

Queste girelle le preparo ormai sempre per i compleanni delle mie bambine o per un buffet freddo o un aperitovo, spesso vario con la tipologia dei formaggi in base a cosa propone il mio frigo, ma il risultato è assicurato.

Ingredienti:

  • Pasta sfoglia rettangolare 1
  • Zucchine medie 4
  • Porro 1
  • Pancetta a cubetti 50g
  • Parmigiano 40g
  • Scamorza 70g
  • Pane gratuggiato qb
  • Curcuma
  • sale

Gratuggiare le zucchine con la grattugia a fori larghi e affettare sottilmente il porro.

In una padella con un filo d’olio spadellare il porro con le zucchine (devono solo asciugarsi un po’), un pizzico di curcuma e sale (poco!).

Mentre le zucchine si intiepidiscono grattugio la scamorza sempre con la grattugia a fori larghi, il parmigiano e preparo la pancetta (meglio se affumicata).

Stendere la pasta sfoglia e bucherellarla, cospargere con un cucchiaio di pane gratuggiato, distribuire le zucchine, poi uno strato di scamorza, pancetta e infine il parmigiano. Arrotolare la sfoglia stringendo bene, con un coltello a lama liscia tagliare tante rondelle dello spessore di un centimetro circa.

Distribuirle sulla placca del forno fodereta con la carta oleata e cuocere a 180° forno ventilato per 20/25 minuti.

Nota: la pancetta se volete potete scottarla in padella prima di utilizzarla. Io mi taro in base al tipo di pancetta, se è molto grassa la rosolo in padella prima, in questo caso l’ho usata cruda perchè appunto non aveva eccessivo grasso.

Piadina della Nonna Leda

Finalmente ce l’ho fatta a fare la vera piadina romagnola, per me “la vera” perchè è la piadina con la quale sono cresciuta, che ho visto e rivisto fare ed impastare da mia nonna e da mia mamma ( e che è ancora uno dei suoi cavalli di battaglia). Come tutte le ricette di mia nonna alcune dosi vanno ad occhio, devi guardare, sentire e tastare l’impasto, io cerchero’ di dare delle dosi un po’ piu’ precise sperando che lei da lassu’ non scuota troppo il capo in segno di disapprovazione 😛

Nota bene: Quando si impasta il latte dev’essere caldo!

Ingredienti per 6 – 8 persone

  • Farina 00 1 kg
  • Strutto 100g
  • Latte Caldo 500/800ml
  • Sale 4 cucchiaini

Se impastate a mano: Su una spianatoia mettere la farina a fontana, fare un buco al centro e metterci lo strutto e il sale. Cominciare a versare al centro il latte caldo poco alla volta, impastare partendo dal centro e man mano aggiungere il latte. Una volta ottenuto un impasto omogeneo, coprirlo e lasciarlo riposare a temperatura ambiente mezz’ora.

Nella planetaria: Mettere la farina, il sale e lo strutto, cominciare ad impastare col gancio e a filo aggiungere piano il latte caldo.

Dividerlo in panetti di dimensioni uguali (ne otterrete circa una decina) e tirare la piada con un matterello fino ad uno spessore di circa 3 mm. Cuocere girandola spesso sul testo bello caldo e servire con stracchino (squaqquerone per chi lo trova), rucola, salame, prosciutto, mortadella e chi piu’ ne ha piu’ ne metta!

Torta salata tricolore

Con le serate belle noi mangiamo quasi sempre in terrazza e mangiare all’aperto mi ispira sempre torte salate e mangiare leggero ed informale, et voilà! Protagoniste sempre zucchine, ricotta e pomodori…per me significato di estate.

Ingredienti:

  • Pasta sfoglia rettangolare 1
  • Pomodori 2/3 tagliati a fette sottili
  • Zucchine piccole 3
  • Scamorza bianca 150g
  • Ricotta fresca 125g
  • erba cipollina qb
  • aglio qb
  • sale un pizzico

Per prima cosa tagliare le zucchine sottili e saltarle velocemente in padella con un filo d’olio, aglio e sale. Lavorare la ricotta con un pizzico di ale, aglio ed erba cipollina con un cucchiaio; disporre la pasta sfoglia in una teglia rettangolare, bucherellare la base con i rebbi di una forchetta e stendere uniformemente la crema di ricotta su tutta la base. Cominciare a disporre i pomodori, la scamorza e le zucchine alternandoli, completare con una manciata di parmiggiano gratuggiato e un pizzico di sale. Cuocere in forno ventilato preriscaldato a 180° per circa 25 minuti.

Empanadas a modo mio

Avevo voglia di una cenetta estiva e cosi’ mi sono inventata questa specie di empanadas ma cotte al forno e con ripieni diversi, le mie bimbe le hanno adorate…ma senza funghi!

wp-1590131186177199956701916767441.jpg

Ingredienti per circa 14 empanadas:

  • Farina 400g
  • Acqua 150 ml
  • Olio evo 3 cucchiai
  • sale un pizzico

Per il ripieno:

  • Patate lesse 4
  • Mozzarella 1
  • Funghi 100g
  • peperoncino (facotativo)

Disporre la farina a fontana e creare un buco al centro, aggiungere sale, olio e acqua tiepida e cominciare ad impastare fino a formare un panetto morbido, coprire e lasciar riposare a temperatura ambiente per 30 minuti.

Nel frattempo tagliare a fettine i funghi e spadellarli velocemente con olio sale e prezzemolo tritato, tagliare la mozzarella e le patate a pezzettini.

Prendere l’impasto e stenderlo abbastanza sottile (2mm circa), con un coppa pasta o un bicchiere ricavare tanti cerchietti, al centro di ognuno disporre un cubetto di mozzarella, due fettine di funghi e un pezzetto di patata e richiudere sigillando bene i bordi. Disporre su una teglia, oliare con l’aiuto di un pennellino tutta la superficie delle empanadas ed infornare a 200° forno ventilato per 15-20 minuti. Servire con salse a piacere.

Nota: io li ho fatti piccolini a misura di bambino, ma si possono tranquillamente fare piu’ grandi e farcirli mooooolto di piu’!

Pangoccioli

Quando ho trovato questa ricetta mi è venuta una gola!!!!Cosi’ ho cominciato a prepararli subito per farli trovare pronti per merenda alle mie bimbe…sono stati super apprezzati!

WhatsApp Image 2020-05-15 at 14.13.19

Ingredienti per circa 17 pangoccioli:

  • Farina di farro semintegrale 350g
  • Farina 0 300g
  • Zucchero 130g
  • Miele 20g
  • Uovo 1
  • Acqua tiepida 100 ml
  • Latte tiepido 160 ml
  • olio di semi 65 ml
  • Lievito di birra fresco 12g
  • Gocce di cioccolato 120g

Per spenellare:

  • Uovo 1

Per prima cosa preparare il lievitino sbriciolando in una ciotola (o in planetaria) il lievito, aggiungerci il miele, l’acqua tiepida e circa 100g di farina presa dalla quantità totale. Impastare e lasciar riposare a temperatura ambiente per 30 minuti.

Riprendere il lievitino e aggiungerci l’olio, il latte tiepido, lo zucchero, l’uovo e impastare con l’aiuto di una frusta (se in planetaria va benissimo il gancio K o foglia); ora aggiungere poca alla volta la farina setacciata. Una volta assorbita tutta la farina mettere le gocce di cioccolato ed impastare bene. Lasciar lievitare per 2 ore.

Prendere l’impasto e formare tante palline della grandezza di circa 50/60g disporle ben distanziate sulla teglia e lasciar lievitare altri 30 minuti. Scaldare il forno statico a 180°, spenellare con un uovo i panini e cuocere per 20-25 minuti.

Crostini home made

Spesso quando cucino una minestra non ho voglia di aggiungerci la pasta, soprattutto su una crema o una vellutata mi piace sentire il contrasto di consistenza, cosi’ spesso faccio questi crostini che sono super veloci, gustosi e buoni anche da mangiare cosi’.

IMG_20200322_185009713

Ingredienti:

  • Pane a fette integrale 4/5 fette
  • Paprika dolce qb
  • Curcuma qb
  • Aglio in polvere qb
  • Rosmarino secco qb
  • Curry un pizzico
  • Peperoncino un pizzico
  • Sale affumicato* una presa (se non lo avete anche semplice sale va benissimo)
  • olio

*il sale affumicato è un prodotto davvero speciale che mi viene fornito dal Ristorantino di mia sorella ErbOsteria di Trieste.

Per prima cosa ritagliare a cubetti il pane a fette e metterlo in una capiente ciotola. A questo punto aggiungere le spezie a piacere ( per questo motivo metto la dicitura qb in quanto va a gusto e anche a occhio), il sale e un filo d’olio e mescolare bene. Stendere il pane ben distanziato su una teglia foderata di carta forno, cospargere con un filo d’olio nuovamente e infornare a 200°/250° nel ripiano piu’ alto per 5 – 10 minuti fino a doratura.

Focaccia Locatelli

Anch’io mi sono arresa e mi son lasciata ispirare…avevo poco tempo e tanta voglia di focaccia…questa è perfetta! La cosa bella di questa focaccia è che non si impasta, ma si amalgama semplicemente con un cucchiaio o una spatola e via. Potete usare una teglia tonda da 30 cm, io l’ho fatta in una teglia da 28 cm in quanto la volevo alta e soffice.

 

Ingredienti:

  • Farina di farro tipo 630   500g (potete usare anche una farina di grano di tipo 1 o 0, anche se la ricetta originale prevede metà 00 e metà 0)
  • Acqua 300 ml
  • Lievito di birra fresco 15 g (se lievito secco 5g)
  • olio evo 2 cucchiai
  • sale 2 cucchiaini

Per l’emulsione di acqua sale e olio:

  • Acqua 50 ml
  • Olio evo 50 ml
  • Sale due cucchiaini

In una ciotola mettere le farine, fare un buco al centro e versarvi l’acqua, l’olio e sbriciolare il lievito. Cominciare ad impastare con un cucchiaio di legno e man mano che l’acqua viene assorbita aggiungere anche il sale. Continuare ad impastare sempre col cucchiaio fino a far assorbire tutta l’acqua ed ottenere un panetto abbastanza omogeneo. Cospargere con un filo d’olio, coprire con un canovaccio e lasciar lievitare 20 minuti. Successivamente trasferire l’impasto nella teglia ben oliata e stenderlo con le mani partendo dal centro, coprire e lasciar lievitare altri 20 minuti. Riprendere l’impasto e con le dita premerlo senza rompre le bolle d’aria, a questo punto versare sopra l’emulsione di acqua sale e olio e far lievitare gli ultimi 20 minuti. Preriscaldare il forno statico a 180° e infornare per 40 – 45 minuti (se usate il forno ventilato basteranno 30 minuti).

Nota: La mia focaccia è venuta bella alta e anche per questo ha voluto piu’ tempo per cuocersi, se usate una teglia piu’ larga (mio consiglio non piu’ di 30 cm) secondo me 30 minuti sono piu’ che sufficienti col forno statico, con quello ventilato o abassate la temperatura a 170° sempre per 30 minuti altrimenti diminuite il tempo di cottura di 5-10 minuti, ma molto dipende dal vostro forno.