Pesto all’aglio orsino

Tra marzo e maggio è il periodo migliore per trovare, raccogliere o acquistare l’aglio orsino. Queste foglie sono molto profumate e si possono usare in frittate e paste. Io ho scelto di fare il pesto, così lo conservo sotto un bello strato di olio extravergine di oliva ed è pronto per una buona bruschetta, per aromatizzare un’insalata di farro o di riso oppure per i più amanti dei gusti decisi condirci la pasta.

Ingredienti per circa 200g di pesto:

  • Aglio orsino 100g
  • Pinoli 50g
  • Parmigiano 30g/40g
  • Olio extra vergine di oliva 50ml circa
  • Sale una presa

Lavare bene le foglie dell’aglio orsino (o selvatico) sotto l’acqua corrente, scolarle e asciugarle per bene.

Gratuggiare il parmigiano e tostare brevemente i pinoli.

In un mixer mettere le foglie dell’aglio orsino tagliate, il grana, i pinoli, il sale e un po’ d’olio.

Cominciare a frullare e aggiungere a filo tanto olio quanto basta per rendere omogeneo e cremoso il nostro pesto.

Servire subito con pane e bruschette oppure conservare coperto con uno strato di olio in barattolini sterilizzati e ben siglillati in un luogo asciutto lontano da fonti di calore (io li tengo in frigo, ma ammetto che a casa mia non durano molto).

Pesto di rucola e mandorle

Adoro la rucola aggiunta nell’insalata, sulla pizza a crudo, o sulla carne, ma ancor di più adoro il pesto di rucola. Questo pesto l’ho preparato con le mandorle per togliere un po’ la nota amarognola della rucola, infatti quando ho condito la pasta anche le bimbe hanno apprezzato.

Ingredienti per circa 300ml:

  • Rucola 100g
  • Mandorle 50g
  • Parmigiano 80g
  • Olio extravergine d’oliva 150ml
  • sale

In un robot da cucina metto la rucola, aggiungo le mandorle, il parmigiano, il pecorino, il sale e un goccio di succo di limone.

Frullo e a filo aggiungo l’olio extra vergine d’oliva.

Continuo a frullare fino ad ottenere una consistenza omogenea e cremosa.

Posso utilizzarlo subito su bruschette, per condire la pasta, arricchire l’insalata di riso o di farro, o in alternativa lo conservo in un barattolino di vetro ben lavato coperto con due dita d’olio extravergine d’oliva e chiuso ermeticamente per 2/3 settimane in frigorifero (ma a casa mia non dura mai tanto).

Parmigiana di Melanzane

Un classico dei classici, ma che mi riporta sempre nella mia bella Italia. Le mie bambine non amano particolarmente le melanzane, ma preparate così o in polpetta (ricetta qui) se le mangiano che è un piacere. Chiedo scusa ai cultori della parmigiana ma io non friggo le melanzane (cerco di essere un po’ light..) come faceva invece la mia nonna ed infatti la sua parmigiana è tutt’ora imbattibile, anche se per digerirla ci voleva una settimana.

Le melanzane le metto sempre a sudare sotto sale per 20/30 minuti, dopodichè le cucino 10 minuti in forno, restano così morbide e leggere. Si possono anche grigliare su una bistecchiera, ma a mio parere in forno si accorciano i tempi e le melanzane restano più morbide.

Ingredienti per 5/6 persone:

  • Melanzane 4
  • Mozzarella 280g
  • Scamorza 180g
  • Sugo di pomodoro 700-800g
  • Parmigiano qb
  • Pomodori a grappolo 3

Come prima cosa tagliare le melanzane abbastanza sottili, disporle in uno scolapasta, cospargerle con un pizzico di sale e lasciarle “sudare” per almeno 20/30 minuti.

Preparare il sugo di pomodoro (ricetta qui) e lasciarlo asciugare a fiamma moderata.

Con uno scottex asciugare per bene le melanzane (se preferite potete anche risciacquarle sotto l’acqua) e disporle su un foglio di silicone o carta oleata in una teglia da forno, condirle con un filo d’olio, origano e cuocere 10 minuti in forno caldo a 200°.

Ungere una pirofila con olio evo e cominciare a disporre il primo strato di melanzane.

Versare 4/5 cucchiai di sugo fino a coprire tutte le melanzane, aggiungere anche i pomodori freschi tagliati a fettine sottili (i pomodori freschi li aggiungo solo nei due strati intermedi della parmigiana, ma se non piacciono si possono tranquillamente omettere).

Cospargere con mozzarella, scamorza e parmigiano. Continuare così fino a terminare gli ingredienti completando con abbondante parmigiano.

Cuocere in forno caldo ventilato a 180° per 25-30 minuti.

Zuppa di cipolle

Qui in Svizzera la primavera con temperature miti si fa ancora attendere così dopo aver comprato delle belle cipolle mi è venuta voglia di una zuppa…ma per la zuppa di cipolle ci vuole anche il pane e il formaggio per farla gratinare poi in forno. Così mi son rimboccata le maniche, ho preparato l’impasto del pane veloce sostituendo la semola rimacinata con la farina integrale e mentre il pane lievitava ho preparato la zuppa.

Qui sono sprovvista delle cocotte monoporzione per gratinare in forno la zuppa con il pane, così ho usato la pentola in ghisa destinata alla fodue di formaggio, ma che ha contribuito egregiamente a sostituire le cocotte in terracotta.

Nota: io ho preferito farla senza utilizzare la farina e l’ho sostituita con le patate farinose, ma ognuno è libero di sbizzarrirsi come vuole.

Ingredienti per 4 persone:

  • Cipolle dorate 500g
  • Patate farinose 2 grandi (in alternativa 2 cucchiai di farina)
  • Alloro 1 foglia
  • vino bianco 1 bicchiere
  • Brodo 800ml
  • sale qb
  • pane casereccio 4 fette
  • parmigiano 20g
  • Groviera 30g

Per prima cosa sbucciare per bene tutte le cipolle e gratuggiare le patate con la grattugia a fori larghi.

Metà tritarle finemente e l’altra metà tagliarle a fettine sottili (se non si ama sentire la cipolla sotto i denti potete anche tritarle tutte, io ho preferito scegliere una via di mezzo).

Ungere una casseruola dai bordi alti con un generoso filo d’olio e stufare le cipolle per 10 minuti circa (finchè diventano trasparenti).

Aggiungere le patate e far tostare un paio di minuti (per chi non ama le patate a questo punto aggiungere la farina).

Sfumare col vino e lasciar evaporare tutto l’alcool.

Versare il brodo caldo, l’alloro, salare e lasciar cuocere coperto a fuoco lento per un’ora.

Trasferire la zuppa nelle cocotte o in una zuppiera adatta al forno e col mixer ad immersione frullarla brevemente (così da lasciare intatta qualche fettina di cipolla).

Cospargere con il parmigiano tutta la superficie, adagiare le fette di pane e completare col groviera.

Infornare in forno bello caldo modalità grill a 220° il più in alto possibile e gratinare per 5 minuti (finchè il formaggio si è sciolto e si è formata una leggera crosticina sopra il pane).

Servire subito.

Gnocchi di ricotta e radicchio rosso

Avevo voglia di cambiare un po’, così ho trovato il radicchio rosso e per non farci la solita lasagna o torta salata ho pensato di rifare questa specie di gnocchi. Nonostante il sapore insolito per le mie bimbe, sono stati apprezzati, sicuramente grazie alla presenza della ricotta e della cipolla che hanno smorzato l’amaro del radicchio.

Ingredienti per 2/3 persone:

  • Radicchio rosso 400g
  • Cipolla 1
  • Ricotta fresca 100g
  • Parmigiano 50g
  • Farina 80g + 20g per lavorarli

Per prima cosa tagliare il radicchio sottilmente, tritare la cipolla, in una capiente padella scaldare un filo d’olio e stufare velocemente la cipolla e il radicchio.

Tenere da parte e lasciar raffreddare il radicchio.

In una ciotola riunire la ricotta, il parmigiano, 80g grammi di farina e il radicchio. Impastare bene formando una palla.

Con l’aiuto di un cucchiaio prelevare l’impasto, lavorarlo velocemete, spolverare di farina il piano di lavoro e ripassarvi le palline.

Portare ad ebollizione l’acqua e cuocere come gli gnocchi di patate. Quando vengono a galla scolare con l’aiuto di una schiumarola e disporre in una pirofila precedentemente unta.

Disporre uno strato di gnocchi di radicchio, cospargere con scamorza e parmigiano.

Gratinare in forno caldo ventilato a 180° per 10/15 minuti.

Brodo con Polpette di pollo

Questa minestra ce la preparava sempre mia mamma quando eravamo piccole e finalmente sono riuscita a rifarla anch’io alle mie bimbe!!Che profumi e ricordi d’infanzia!!

Ingredienti per 5/6 persone (circa 20/23 polpette):

  • Petto di pollo 300g
  • Due grosse fette di pane raffermo (ammollato nel latte)
  • Uova 1
  • Brodo di carne (ricetta qui)
  • Verdure lesse prese dal brodo (2 carote e 1 cipolla)
  • Parmigiano 50g
  • Prezzemolo qb
  • Pane gratuggiato qb
  • sale

Preparare il brodo di carne mettendo a freddo in una capiente pentola il petto di pollo, le carote, la cipolla, il sedano, un pizzico di sale grosso e un cucchiaio di concentrato di pomodoro. Portare a bollore e cuocere coperto per 30/40 minuti.

Una volta pronto il brodo lo filtro e metto in un mixer il petto di pollo, due carote lesse, la cipolla lessa, il pane (precedentemente ammollato nel latte e ben strizzato), il parmigiano. prezzemolo e l’uovo. Frullo tutto ottenendo un composto morbido. Lo trasferisco in una ciotola e in base all’umidità dell’impasto aggiungo a occhio qualche cucchiaio di pangrattato per riuscire a lavorare le polpette.

Con l’aiuto di un cucchiaino formo le polpette e le dispongo su un tagliere finche’ non ho terminato tutto l’impasto.

Porto a bollore il brodo e ci tuffo dentro le polpette di pollo.

Quando vengono a galla sono pronte.

Se le preparate il giorno prima per il giorno dopo saranno ancora piu’ saporite.

Nota: in questo caso io ho preparato un brodo di pollo, così non ho scartato quasi nulla, inoltre il sale l’ho messo solo nel brodo ma se si preferisce un pizzico lo si puo’ aggiungere anche all’impasto delle polpette.

Girelle alle zucchine

Queste girelle le preparo ormai sempre per i compleanni delle mie bambine o per un buffet freddo o un aperitovo, spesso vario con la tipologia dei formaggi in base a cosa propone il mio frigo, ma il risultato è assicurato.

Ingredienti:

  • Pasta sfoglia rettangolare 1
  • Zucchine medie 4
  • Porro 1
  • Pancetta a cubetti 50g
  • Parmigiano 40g
  • Scamorza 70g
  • Pane gratuggiato qb
  • Curcuma
  • sale

Gratuggiare le zucchine con la grattugia a fori larghi e affettare sottilmente il porro.

In una padella con un filo d’olio spadellare il porro con le zucchine (devono solo asciugarsi un po’), un pizzico di curcuma e sale (poco!).

Mentre le zucchine si intiepidiscono grattugio la scamorza sempre con la grattugia a fori larghi, il parmigiano e preparo la pancetta (meglio se affumicata).

Stendere la pasta sfoglia e bucherellarla, cospargere con un cucchiaio di pane gratuggiato, distribuire le zucchine, poi uno strato di scamorza, pancetta e infine il parmigiano. Arrotolare la sfoglia stringendo bene, con un coltello a lama liscia tagliare tante rondelle dello spessore di un centimetro circa.

Distribuirle sulla placca del forno fodereta con la carta oleata e cuocere a 180° forno ventilato per 20/25 minuti.

Nota: la pancetta se volete potete scottarla in padella prima di utilizzarla. Io mi taro in base al tipo di pancetta, se è molto grassa la rosolo in padella prima, in questo caso l’ho usata cruda perchè appunto non aveva eccessivo grasso.

Flan di broccoli

Questo tortini li ho preparati un’anno come antipasto caldo il giorno di Natale, usando allora il cavolo romano. Poi una sera avevo cotto a vapore i broccoli e per servirli in modo un po’ piu’ originale ho rifatto questi flan solo con l’utilizzo dei broccoli. Vengono bene anche con i cavolfiori e il mio consiglio è di servirli con una crema al formaggio (per esempio quella fatta nei flan di zucca).

Ingredienti per circa 4 tortini:

  • Broccoli cotti al vapore 200g
  • Uova 1
  • Ricotta 125g (altrimenti sostituirla con un po’ di besciamella)
  • Parmigiano 60g
  • sale qb

Per prima cosa accendere il forno e preriscaldarlo.

In una ciotola montare a neve ben ferma l’albume dell’uovo, riuniamo tutti gli altri ingredienti nel mixer e frullare finchè otteniamo un composto liscio ed omogeneo.

A questo punto unire l’albume montato a neve con movimenti delicati dal basso verso l’alto per non smontarlo.

Distribuirlo nelle cocotte, sistemarle all’interno di una teglia con due dita d’acqua bollente e infornare a 180° per circa 15-20 minuti.

Polpette al sugo

Questa sera mi è venuta voglia di un grande classico…le polpette al sugo! Nonostante io le faccia abbastanza spesso mi sono resa conto di non aver mai pubblicato la loro ricetta…et voilà! Speriamo che le bimbe apprezzino… .

Ingredienti per circa 15/18 polpette:

  • Carne macinata mista 370g
  • Uovo 1
  • Pane (ammollato nel latte e strizzato) 200g
  • Pangrattato 100g
  • Parmigiano 40g
  • Spezie a piacere (aglio, paprika dolce, noce moscata e prezzemolo)

Per prima cosa preparare il sugo: in una capiente padella soffriggere leggermente una bella cipolla tagliata fine fine, aggiungere la passata di pomodoro, il sale, l’origano e un pizzichino di zucchero(per togliere l’acidità del pomodoro).

Mentre il sugo cuoce, riunire tutti gli ingredienti in una ciotola e amalgamare bene con le mani fino ad ottenere un composto solido, se dovesse restare troppo morbido aggiungere poco alla volta il pangrattato.

Formare le polpette di circa 45g (in modo che la cottura sia uniforme),aggiungerle delicatamente al sugo e continuare la cottura per circa 20/25 minuti a fuoco molto dolce rigilandole di tanto in tanto. Se il sugo si dovesse asciugare troppo allungare con qualche mestolo di acqua calda.

Io ho scelto di non friggerle prima, in quanto in questo modo la carne rilascia un ottimo sapore arrichendo il sugo, ma per chi volesse si possono tranquillamente friggere e poi ripassare nel sugo.

Vellutata delicata di Zucca con Quenelle di ricotta e crostini

Cosa c’è di meglio in una fresca sera d’autunno di una buona vellutata dai colori caldi. Questa vellutata è veloce, genuina, colorata e saporita…tutti abbinamenti che adoro!

Ingredienti per circa 4/5 persone:

  • Zucca 600/700g
  • Patate 4/5 di medie dimensioni
  • Cipolla rossa 1
  • Carote 3

Per le quenelle:

  • Ricotta 200g
  • Parmigiano 50g
  • Sale un pizzico
  • Aglio in polvere

Per i crostini:

  • 5/6 fette di panbauletto integrale (anche bianco va bene)
  • Aglio
  • rosmarino
  • paprika
  • curcuma
  • olio

Per prima cosa pulire la zucca e ridurla a pezzetti grossolanamente, fare lo stesso con patate, carote e cipolla. Mettere tutte le verdure in una capiente pentola e coprire con acqua, portare ad ebollizione, salare e continuare la cottura per circa 30/40 minuti.

Nel frattempo tagliare il pane a dadini e porlo in una ciotola, aggiungervi le spezie e mscolare bene con l’aiuto delle mani. Disporre sulla placca del forno rivestita di carta forno,salare e far rosolare in forno caldo a 200° col grill acceso per una decina di munuti.

A parte lavorare la ricotta con il parmigiano, un pizzico di sale e di aglio in polvere. Aiutandosi con due cucchiai formare le quenelle e disporle su un piatto ben distanziate, mettere in frigo a riposare fino al momento di servire la vellutata.

A cottura ultimata togliere parte del brodo di cottura delle verdure (tenerlo da parte), col mixer ad immersione ridurre il tutto in purea e se serve aggiungere poco brodo alla volta per arrivare alla consistenza desiderata. Servire con le Quenelle e i crostini di pane